Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Giovedì 24 Maggio 2018 Meteo: Meteo

Visita guidata: Sull’antico tracciato della via Flaminia presso Narni

Domenica 26 Maggio 2013 alle ore 10:00

La visita guidata si snoda per circa otto chilometri dal ponte di Augusto al paesino di Stifone. Durante il percorso si visiterà l’Abbazia di S. Cassiano, che viene menzionata per a prima volta nel Regesto di Farfa nel 1036, forse risalente all’ epoca bizantina e che costituisce un “pendant” dell’insediamento monastico intitolato a San Giovenale eretto lungo la Flaminia presso Orte dallo stesso Belisario (VI sec.).

Inoltre il suggestivo eremo rupestre di S. Jago, dipendente dall’abbazia di San Cassiano, noto nel medioevo come San Giacomo degli Scoppi (dal latino scopulus = roccia) che si affaccia sulle gole del Nera con una splendida veduta della città di Narni.

Si attraverserà poi il  tratto in disuso della ex ferrovia Terni-Orte divenuto un percorso di eccezionale valenza ambientale, storica e paesaggistica, attraverso le gole di Narni.

Infine la visita al paese di Stifone, un incantevole abitato situato all’interno delle gole del Nera proprio nel punto in cui la portata del fiume aumenta notevolmente grazie a una delle risorgenze carsiche più importanti d’Italia.

- GUIDA G.A.E.  – VALERIO CHIARALUCE

- TIPOLOGIA: traversata (massicciata ferroviaria dismessa, sentiero).

- DIFFICOLTÀ: E (escursionistico)

- DISLIVELLO IN SALITA m 150

- DISLIVELLO IN DISCESA m 150

- PERCORRENZA 8 KM

- TEMPO PREVISTO: 4-5h (incluse le soste)

- MATERIALE: calzature comode (possibilmente scarponi da trekking), vestiario comodo e adeguato alla stagione, pantaloni lunghi, giacca a vento e/o mantellina, torcia elettrica per il superamento delle gallerie ferroviarie, acqua. Consigliati binocolo e macchina fotografica.

Matavitatau -parola latina che evoca la magia di un incontro- è il nome dell’associazione culturale che in Umbria, a Todi, stimola relazioni nutrite da immagini antiche e tempo sospeso.

L’Associazione infatti promuove attività volte alla scoperta delle origini latine della cultura italiana attraverso lo studio della storia, dell’archeologia, della gastronomia e degli usi conviviali di Roma antica, integrando l’approccio metodologico della ricerca storica con la sperimentazione pratica e valorizzando le abilità sensoriali quali determinanti strumenti di conoscenza.

 

DOVE: Narni – Stifone

QUANDO: domenica 26 Maggio 2013 ore 10:00

COME: Su prenotazione

Per informazioni:

tel. +39 329 6161471 tel. +39 339 7807729 e-mail info@matavitatau.it

 

Invia una domanda