Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Martedì 16 Gennaio 2018 Meteo: Meteo

Visita alla Spoleto medievale

Rocca Albornoziana di Spoleto

Suggestiva vista della Rocca Albornoziana di Spoleto

Capita spesso che tra i molti eventi umbri, Spoleto si trovi come città protagonista. La scelta di questo borgo nell’organizzazione di eventi e manifestazioni non è casuale, visto che è tra le località turistiche più frequentate della regione. A rendere un soggiorno unico sono i monumenti storici e le chiese, ambientati tra le viuzze che hanno conservato l’aspetto tipicamente medievale. La centralità di Spoleto nella storia passata è testimoniata dai documenti storici.

Dopo la fine dell’impero romano e il periodo delle invasioni barbariche, Spoleto si ricavò uno spazio che finì per ricalcare un processo storico indipendente. Grazie all’omonimo Ducato, infatti, i Longobardi crearono un dominio territoriale che arrivava fino a Benevento, e che passò sotto i Franchi. Nel Basso Medioevo, sull’onda della creazione dei liberi comuni, anche Spoleto organizzò istituzioni proprie, prima di finire inevitabilmente sotto il dominio della Chiesa, fino all’Unità d’Italia.

A testimoniare il rientro del territorio spoletino sotto il controllo del papa c’è la Rocca Albornoziana, fatta erigere nel Trecento per ristabilire l’autorità papale. Sorge in posizione dominante e attualmente ospita un museo, oltre a una scuola per la conservazione del libro antico. A poca distanza troveremo il Ponte delle Torri, mastodontica costruzione adibita ad acquedotto, che collega Monteluco con il centro spoletino.

Altra perla monumentale di Spoleto, conosciuta in tutto il mondo, è il Duomo. Particolarmente suggestiva è la vista che si gode una volta entrati nel piazzale, con il portico rinascimentale e l’alto campanile. Internamente troveremo dei dipinti del Pinturicchio.

Il cuore storico di Spoleto è un susseguirsi di altre chiese, complessi architettonici e abitazioni, rimaste nel loro tempo per conservare gelosamente l’aspetto medievale.

Dicevamo degli eventi che si organizzano periodicamente, la cui riuscita in fatto di turisti è facilitata dall’ambiente urbano che offre. Il più conosciuto è senz’altro il Festival dei Due Mondi, appuntamento estivo che vede la partecipazione di grandi artisti mondiali. Il concerto conclusivo davanti al Duomo viene trasmesso in tutto il mondo: ciò non fa che accrescere la fama di Spoleto come città d’arte.

Infine, trovandoci nel cuore verde d’Italia, dobbiamo ricordare la ricchezza di boschi che contornano la città. Il più famoso è il Bosco Sacro del Monteluco, con vari sentieri da percorrere tra la natura incontaminata dell’Umbria.

I numerosi alberghi a Spoleto e nei dintorni ospitano i turisti in ogni periodo dell’anno.

Tag: , , ,

Invia una domanda