Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Venerdì 25 Maggio 2018 Meteo: Meteo

Visita alla città di Orvieto

Facciata del Duomo

Immagine del Duomo, simbolo della città di Orvieto

La visita alla città di Orvieto è un’esperienza unica che vi mostrerà i lati più belli del borgo umbro. Quindi, sceglietevi un albergo nel centro di Orvieto e programmate una mini-vacanza di pochi giorni. Il Duomo è il simbolo per eccellenza, ma non l’unica cosa da vedere a Orvieto!

La storia di Orvieto, considerando le prime presenze di popolazioni locali, risale al periodo etrusco. Dopo le alterne vicende che portarono alla conquista di Orvieto da parte dei Romani, la città crebbe di dimensioni. Lo sviluppo vero e proprio di Orvieto si ebbe durante l’età comunale, con la costruzione di grandi monumenti.

Il più evidente e conosciuto nel mondo è il Duomo, esempio illustre dell’architettura gotica italiana. La costruzione risale alla fine del tredicesimo secolo, con la completa realizzazione nei decenni successivi. Colpisce la facciata principale, con le alte guglie e i mosaici dorati. Internamente è divisa in tre navate, con un forte sviluppo verticale e due colonnati.

Non è da meno la Cappella di San Brizio, esempio del Rinascimento italiano. Al suo interno ci sono dei dipinti di Beato Angelico e Benozzo Gozzoli, ma con il forte contributo di Luca Signorelli.

La Chiesa di Sant’Andrea offre un tipo di architettura moderna, realizzata nel Novecento. La struttura originaria sorse sui resti di un vecchio tempio romano.

Tra le costruzioni civili ricordiamo il Palazzo del Popolo, risalente agli inizi del Duecento, con successivi rifacimenti nel diciassettesimo secolo. Palazzo Soriano, oltre a essere un edificio storico è anche la sede del Museo dell’Opera del Duomo e il Museo Emilio Greco.

È famoso a Orvieto il Pozzo di San Patrizio, la cui leggenda lo definisce senza fondo. In realtà si tratta di una costruzione voluta da papa Clemente VII per garantire l’approvvigionamento di acqua in caso di assedio. Fu progettato da Antonio da Sangallo nel Cinquecento, un vero capolavoro di ingegneria del tempo.

Di Orvieto si deve ricordare anche la rupe su cui sorge, in materiale tufaceo. La rupe sovrasta il territorio circostante, conferendole un aspetto ancor più affascinante. Di conseguenza, all’Orvieto che tutti conosciamo si contrappone un’altra che si potrebbe definire “underground”, tutta da scoprire.

Per un soggiorno in città potete scegliere tra i migliori alberghi di Orvieto, aperti tutto l’anno per ospitare i turisti.

Tag: , , , , ,

Invia una domanda