Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Mercoledì 17 Gennaio 2018 Meteo: Meteo

Sulle tracce di Perugino, il Divin Pittore. Un magnifico weekend in Umbria.

Pietro Vannucci fu uno dei più celebri pittori del Rinascimento; è stato maestro di Raffaello Sanzio e ha collaborato con i più prestigiosi artisti del suo tempo. Molti lo conoscono come “Perugino” ma in Umbria viene ricordato col suo nome reale. Chi ha approfondito gli studi sul maestro, tuttavia, non lo chiama Vannucci, e nemmeno Perugino, ma il “Divin Pittore”.

L’Umbria conserva e tramanda molte testimonianze artistiche di Perugino.

Un viaggio alla scoperta del Perugino, è un viaggio alla scoperta dell’Umbria.

Primo giorno: Perugia

L’opera del Vannucci a Perugia è così importante che i perugini vollero intitolargli il corso principale della città. Nel meraviglioso belvedere dei Giardini Carducci, inoltre, è presente un maestoso monumento che lo raffigura.

Se percorriamo Corso Vannucci verso la Cattedrale San Lorenzo, arriviamo al bellissimo Collegio di Cambio, che reca preziose testimonianze del maestro come i dipinti rappresentanti le virtù cardinali: Fortezza e Temperanza in una pala; Prudenza e Giustizia in un altra. Abbiamo pure delle opere di carattere biblico come Natività, Trasfigurazione, Dio Padre. Ma il più noto tra i dipinti del Collegio è l’Autoritratto, sempre raffigurato nelle guide turistiche di Perugia.

Anche la Galleria Nazionale Umbra raccoglie molte opere del Perugino.

Si inizia dai lavori della sua prima fase come l’Adorazione dei Magi. Abbiamo poi il celebre polittico con pale dedicate ad alcuni santi tra cui Sant’Ercolano che difese Perugia dai barbari, San Costanzo, patrono della città.

Sono presenti poi temi riguardanti il nuovo testamento come Cristo morto nel sepolcro, Battesimo di Cristo, Adorazione dei Magi, Nozze di Cana, Presentazione di Gesù al Tempio.

Il nostro giro si potrà completare con la visita della chiesa di San Severo e del bellissimo affresco di Perugino e Raffaello, presente nel Museo attiguo.

Nei pressi di Corso Vannucci, nel cuore della città possiamo sostare in alcuni prestigiosi alberghi come l’hotel Brufani, Piazza Italia 12; l’hotel Rosetta, Piazza Italia 19; hotel Fortuna, via Bonazzi 19; hotel Priori, via Vermiglioni 3.

Secondo giorno: Città della Pieve

Il “Divin Pittore” era perugino solo d’adozione, ma il suo vero luogo d’origine era Città della Pieve alla quale fu sempre molto legato.

Il Vannucci ricorderà sempre con molto affetto il suo borgo natio e per questo volle arricchire la città natale con alcune delle sue migliori opere come l’Adorazione dei Magi presente nell’Oratorio di Santa Maria dei Bianchi. La Madonna in trono fra i Santi Gervasio Protasio e il Battesimo di Cristo che si trovano nella cattedrale dei Santi Gervasio e Protasio. Inoltre Sant’Antonio Abate, bellissima pala che si può ammirare nella chiesa di Sant’Antonio.

Anche la vicina Panicale reca testimonianza del maestro con il Martirio di san Sebastiano che si trova nell’omonima chiesa di San Sebastiano.

Sempre sulla Pievaiola, a Fontignano, nell’ Oratorio dell’Annunziata è presente la Madonna col Bambino in trono

A Città della Pieve possiamo sostare nelB&B San Carlo Vocabolo Molinella, 14. In alternativa abbiamo la Tenuta Il Casone Vocabolo Le Selve 44; oppure il Relais Castelluccio Palusse ,Vocabolo Castelluccio, 13.

Terzo giorno: in giro per l’Umbria

Se Perugia e Città della Pieve sono ricche di testimonianze artistiche del Divin Pittore, tutta l’Umbria ci tramanda l’esperienza del maestro. Il terzo giorno è quindi libero e si possono praticare due ipotesi.

Si può scegliere di percorrere la superstrada e45 e andare a Spello, dove nella chiesa di Santa Maria Maggiore sono due opere del perugino: Vergine in trono, Pietà tra i santi Giovanni Evangelista e Maddalena. Continuando poi per Trevi, arriviamo alla chiesa di Santa Maria delle Lacrime e possiamo visitare l’affresco: Adorazione dei pastori.

Il tour alternativo ci porta invece a Bettona, nella Pinacoteca comunale, dove visiteremo la Madonna della Pietà. Ci dirigiamo poi a Deruta, dove nella ricca Pinacoteca comunale possiamo ammirare l’opera: Padre Eterno con i santi Rocco e Romano.

A Spello potremo sostare nel Nuovo Albergo Il Portonaccio, Via Centrale Umbra

A Deruta troviamo invece nella Pieve Del Castello, Vocabolo Bettalunga

 

Per prenotare un Hotel o un’altra tipologia ricettiva, agriturismo, bed & breakafst, case vacanza, cliccate sul seguente link per controllare la disponibilità degli hotels in Umbria

 

Matteo Morrone

 

Invia una domanda